Spesso la mancanza di obiettivi realistici pregiudica il nostro parere…
Leggi l’articolo per saperne di più!

Quando conosco un nuovo cliente mi capita spesso di fare un discorso introduttivo sulle potenzialità che mette a disposizione il Marketing online per le aziende.

Spesso mi vengono fatte delle domande generiche e a volte molto dettagliate. Ancora più spesso i clienti mi raccontano di esperienze pregresse sui social network parlandomi di spreco di risorse e qualche volta anche di budget importanti per una piccola azienda.

Non mi dilungherò sul cappello introduttivo del digital marketing essendo questo un articolo sull’utilità di facebook per tutte le aziende anche le più piccole.

 

Queste sono solo alcune delle richese, affermazioni o domande che mi vengono fatte.

Come può facebook essere uno strumento utile per la mia azienda?

Ho aperto una pagina facebook ma non succede nulla…

Faccio un post al giorno ma non sembra che la gente interagisca

Voglio arrivare ad avere più like del mio competitor…

Facebook è uno strumento potentissimo se ben utilizzato

Facciamo un esempio:

Immaginiamo di essere un negozio in provicia di Teramo.
Innanzi tutto potrò decidere di veicolare i miei messaggi pubblicitari della mia pagina solo ed esclusivamente in un’area geolocalizzata come Alba Adriatica, Giulianova, Mosciano, Teramo, e in generale tutta la Val Vibrata.

Infatti attraverso una geolocalizzazione delle campagne, facebook ci consente di poter escludere o includere dei luoghi variando notevolmente i budget pubblicitari.

Utilizzare facebook solo in organico anche se siete degli ottimi copywrite non cambierà le sorti della visualizzazione dei vostri post.
  E’proprio l’algoritmo interno di facebook che farà visualizzare i vostri contenuti solo al 10% dei vostri fan.

Inoltre grazie a delle campagne potrete decidere non solo la geolocalizzazione ma anche altri fattori, interessi ed età, aggiungendo alla vostra pagina solo utenti potenzialmente interessati al vostro business!

Spesso la mancanza di obiettivi realistici pregiudica il nostro parere sulla piattaforma

 

La gestione di una pagina facebook non può essere casuale, ma deve seguire un piano marketing strategico, anche per le piccole aziende.

Quando si parla di un marketing online che tu sia a Teramo o a New York , che tu sia un negozio o una grande franchising la prima cosa da valutare sono gli obiettivi da porsi e le relative kpi (Key Performeance Indicators) che ci daranno un ritorno dell’investimento realistico, e descriveranno al meglio il nostro operato.

Esempio pratico:

Sono un’azienda della Val Vibrata che vende sia b2b che b2c, ha un luogo fisico per la vendita e una rete commerciale b2b in tutta Italia.

Da un lato vorrò fartmi conoscere o rinforzare l’awareness del mio brand in provincia di Teramo, dall’altra vorrai ampliare la mia rete di contatti per il b2b.

Facebook mi consente di fare tutte e due le cose contemporaneamente.
Infatti Grazie a delle inserzioni geolocalizzate potrò interagire con il mio pubblico in Val Vibrata, mentre in simultanea potrò fare un’azione di Lead Generation (ricerca di contatti) su tutta Italia.

In questo caso terrò presente alcune kpi per valutare il risultato delle mie campagne.

Quante richieste di informazioni ho ricevuto da facebook?

Quante persone hanno utilizzato la mia mappa su facebook per raggiungere il negozio fisico

Se ho attivato una capagna in cui era richiesta un’azione, quante persone hanno fatto un’azione su facebook o sul mio sito e da quale pagina hanno fatto accesso?

Quanti contatti sono riuscito a raccogliere grazie alla mia campagna di lead?

Insomma spesso ci si ferma all’osservazione dei like (che sono fondamentali) ma che sono uno strumento e non un fine ultimo.

RICHIEDI UN PREVENTIVO

Ai sensi e per gli effetti degli articoli 7, 13 e 23 del D.Lgs. n. 196/2003,
Dichiaro di aver preso visione dell’informativa sul trattamento dei dati personali.

a) Dichiaro di aver preso visione dell'informativa sopra menzionata
b) Acconsento al trattamento per finalità, attività di marketing diretto;

Facciamo un esempio:

Immaginiamo di essere un negozio in provicia di Teramo.
Innanzi tutto potrò decidere di veicolare i miei messaggi pubblicitari della mia pagina solo ed esclusivamente in un’area geolocalizzata come Alba Adriatica, Giulianova, Mosciano, Teramo, e in generale tutta la Val Vibrata.

Infatti attraverso una geolocalizzazione delle campagne, facebook ci consente di poter escludere o includere dei luoghi variando notevolmente i budget pubblicitari.

Utilizzare facebook solo in organico anche se siete degli ottimi copywrite non cambierà le sorti della visualizzazione dei vostri post.
  E’proprio l’algoritmo interno di facebook che farà visualizzare i vostri contenuti solo al 10% dei vostri fan.

Inoltre grazie a delle campagne potrete decidere non solo la geolocalizzazione ma anche altri fattori, interessi ed età, aggiungendo alla vostra pagina solo utenti potenzialmente interessati al vostro business!

Spesso la mancanza di obiettivi realistici pregiudica il nostro parere sulla piattaforma

 

La gestione di una pagina facebook non può essere casuale, ma deve seguire un piano marketing strategico, anche per le piccole aziende.

Quando si parla di un marketing online che tu sia a Teramo o a New York , che tu sia un negozio o una grande franchising la prima cosa da valutare sono gli obiettivi da porsi e le relative kpi (Key Performance Indicators) che ci daranno un ritorno dell’investimento realistico, e descriveranno al meglio il nostro operato.

Esempio pratico:

Sono un’azienda della Val Vibrata che vende sia b2b che b2c, ha un luogo fisico per la vendita e una rete commerciale b2b in tutta Italia.

Da un lato vorrò fartmi conoscere o rinforzare l’awareness del mio brand in provincia di Teramo, dall’altra vorrai ampliare la mia rete di contatti per il b2b.

Facebook mi consente di fare tutte e due le cose contemporaneamente.
Infatti Grazie a delle inserzioni geolocalizzate potrò interagire con il mio pubblico in Val Vibrata, mentre in simultanea potrò fare un’azione di Lead Generation (ricerca di contatti) su tutta Italia.

In questo caso terrò presente alcune kpi per valutare il risultato delle mie campagne.

Quante richieste di informazioni ho ricevuto da facebook?

Quante persone hanno utilizzato la mia mappa su facebook per raggiungere il negozio fisico

Se ho attivato una capagna in cui era richiesta un’azione, quante persone hanno fatto un’azione su facebook o sul mio sito e da quale pagina hanno fatto accesso?

Quanti contatti sono riuscito a raccogliere grazie alla mia campagna di lead?

Insomma spesso ci si ferma all’osservazione dei like (che sono fondamentali) ma che sono uno strumento e non un fine ultimo.

RICHIEDI UN PREVENTIVO

Ai sensi e per gli effetti degli articoli 7, 13 e 23 del D.Lgs. n. 196/2003,
Dichiaro di aver preso visione dell’informativa sul trattamento dei dati personali.

a) Dichiaro di aver preso visione dell'informativa sopra menzionata
b) Acconsento al trattamento per finalità, attività di marketing diretto;