Chatbot Facebook Marketing

By 8 Febbraio 2019 No Comments
Servizio clienti chatbot facebook messanger1

COME GESTISCI I MESSAGGI PRIVATI DELLA TUA PAGINA FACEBOOK?

HAI MAI SENTITO PARLARE DI ASSISTENZA CLIENTI ATTRAVERSO I CHATBOT?

 

Facebook è un potentissimo strumento di marketing, l’enorme diffusione in tutte le fasce d’età è in grado di propagare informazioni e notizie in maniera capillare.
Grazie alle innumerevoli possibilità di interazione consente di instaurare una relazione diretta con i propri clienti o possibili clienti.
Prima di acquistare un prodotto o recarci in un posto, cerchiamo la pagina facebook dell’attività a cui siamo interessati, al fine di apprendere più informazioni possibili.
Spesso le persone utilizzano la messaggistica istantanea di facebook, il facebook messanger, per avere maggiori informazioni direttamente dal locale o dal negozio o azienda a cui sono interessati.

Le prime fasi dell’assistenza clienti sono fondamentali per acquisire o fidelizzare un cliente

A volte invece capita che i messaggi nelle pagine facebook rimangano non letti, oppure siano letti troppo tardi.

Quando un potenziale cliente contatta un’azienda o una attività attraverso il facebook messanger ha necessità di una risposta chiara, esaustiva e soprattutto tempestiva.
Il primo contatto con un’azienda è fondamentale, comprereste qualcosa in un negozio dome la commessa non vi risponde?

Un chatbot come dice la parola stessa è un bot in grado di chattare.

Si tratta di un programma scritto spesso nel linguaggio node.js che attraverso una programmazione  sa sostenere una conversazione con un umano, interpretando e riconoscendo il linguaggio scritto dall’interlocutore.
Un chatbot è sempre attivo, quindi risponderà prontamente a tutte le richieste dei potenziali clienti, anche nei weekend o durante le ore notturne.

 

Come ogni strumento prima di essere usato va capito, studiato e poi progettato sulle reali necessità dell’azienda.

  1. Quando si programma un chatbot occorre prima di tutto pensare ad una strategia, analizzando il percorso che normalmente i nostri clienti fanno dall’assistenza clienti fino all’acquisto, alla prenotazione o altro. Capire insomma quale genere di assistenza normalmente i nostri clienti o potenziali clienti ci chiedono.
  2. In secondo luogo occorre pianificare un’operatività, programmando il nostro bot per supplire a tutte le nostre necessità. L’obiettivo ricordiamo è quello di rispondere correttamente e prontamente al cliente che ha bisogno di una prima assistenza.
chatbot2

Facciamo un esempio pratico

Un cliente vuole prenotare un tavolo ma prima vuole avere maggiori informazioni perché è celiaco.

Scrive un messaggio sulla pagina del ristorante e chiede se il menù prevede delle portate per celiaci.

Il nostro bot oltre a rassicurare il nostro possibile cliente sarà in grado di selezionare i piatti per celiaci e mostrarli al suo interlocutore.

Inoltre potrà invitare il potenziale cliente a prenotare il tavolo attraverso domande dirette come “Vuole prenotare un tavolo per questa sera?”

Quindi un chatbot non solo è un valido aiuto nel caso in cui ci siano molte richieste attraverso il facebook messanger, ma rende l’esperienza del servizio clienti come un’esperienza wow!

Immaginiamo l’esempio di prima con un e-commerce, che per antonomasia è un negozio online h24
Saremmo sempre in grado di dare risposte pronte e il più possibile esaustive.
Potremmo inoltre collegare il servizio clienti notturno del nostro sito e-commerce con il chatbot di facebook messanger per supplire a tutte le domande che arrivamo magari dall’altra parte del mondo.

Insomma, l’utilizzo del bot messanger è sicuramente da prendere in considerazione quando si ha una grande mole di messaggi a cui rispondere o quando si necessita di un customer service sempre attivo.

Vuoi maggiori informazioni su questo argomento?
Pensi di voler utilizzare un chatbot per avere un aiuto nella prima fase dell’assistenza clienti della tua azienda?

Incontriamoci per un caffè senza impegno!
Sarà un ottimo modo per conoscerci 🙂